struttura, ingresso appartamentosalotto
BELL'APPARTAMENTO NEL CHIANTI
BELL'APPARTAMENTO NEL CHIANTI
4 huéspedes
1 dormitorio
2 camas
1 baño
4 huéspedes
1 dormitorio
2 camas
1 baño
Indica el número de adultos.
Adultos
1
Indica el número de niños.
Niños
De 2 a 12
0
Indica el número de bebés.
Bebés
Menos de 2
0
Máximo permitido de huéspedes: 4. Los bebés no suman en el recuento.
No se hará ningún cargo por ahora

Affitto nuovo appartamento situato nel centro di Castelnuovo Berardenga, immerso nella campagna senese in prossimità delle più importanti Aziende Vinicole e Cantine del Chianti. Ti piacerà il mio alloggio per questi motivi: posizione e i panorami. Il mio alloggio è adatto a coppie e avventurieri solitari.

El lugar

La casa è ubicata al piano terra. Situata nella via che porta nel cuore del chianti, nel paese di Castelnuovo Berardenga (tra Siena ed Arezzo). Nelle vicinanze della Storica Villa Chigi. Completamente ristrutturata recentemente. Stanza matrimoniale, soggiorno con divano letto a 2 piazze. Ampia Cucina nuovissima. Offre un piacevole soggiorno, dando la possibilità di godere al meglio il paesaggio Toscano e la campagna Senese. A due passi dalle migliori cantine del Chianti. A 20 metri dal centro di Castelnuovo Berardenga. 40 mq: soggiorno con TV e divano-letto, ampia camera matrimoniale, cucina e bagno con doccia.

Otros aspectos destacables

Castelnuovo Berardenga è un comune italiano di 8.992 abitanti[5] della provincia di Siena in Toscana.

È situato a circa 20 km dal capoluogo su un colle tra il torrente Malena e il fiume Ombrone. Dal 1932 fa parte della zona vinicola Chianti, essendo il suo territorio diviso tra la sottozona dei Colli Senesi e quella del Classico di cui è il comune più meridionale.

Territorio
Nel 2009, sulla rivista paleontologica Cainozoic Research sono stati pubblicati i risultati di una ricerca scientifica iniziata nel 2001.

Gli studi effettuati da Franco Cigala Fulgosi del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università degli Studi di Parma hanno avuto inizio grazie al ritrovamento fatto da Simone Casati e dai ricercatori del Museo Geopaleontologico GAMPS di un numero straordinario di denti fossili di Chlamydoselachus lawleyi, una specie fossile di squalo dalla forma sinuosa più simile ad una anguilla. I denti in perfetto stato di conservazione provengono dai sedimenti argillosi situati a Castelnuovo Berardenga Scalo e risalgono a circa tre milioni di anni fa, in un periodo in cui l'area costituiva il fondale del mare tirrenico pliocenico.

Tale ritrovamento ha modificato in maniera sostanziale le conoscenze su quella parte di Mediterraneo pliocenico: le conclusioni infatti portano ad affermare che la zona prevalentemente costiera o di mare basso, alternava abissi che prendevano forma a poca distanza dalla riva, là dove una breve piattaforma di costa lasciava il posto alla ripida scarpata continentale.

Classificazione climatica: zona D, 2099 GR/G
Diffusività atmosferica: alta, Ibimet CNR 2002

Storia
Le origini medioevali
Sotto nome di territorio o distretto della Berardenga si sottintendeva anche nei tempi della Repubblica senese la porzione di quello stato compresa tra le sorgenti del torrente Bozzone e quelle dell'Ambra, fra il Chianti alto e il fiume Biena sino alle Taverne d'Arbia.

Il nome deriva dalla Contea dei Berardenghi, che prese il nome da uno dei figli del conte Wuinigi (Giunigi) di Ranieri, appartenente alla popolazione dei Franchi Salii, sceso in Italia in qualità di Legato dell'Imperatore Ludovico il Pio (865), poi divenuto Governatore politico di Siena (867-881) e di Roselle (868). Egli si chiamava Berardo e questo nome, ripetuto costantemente dai discendenti, diede poi il nome anche al territorio.

Lo stipite, donde ebbe nome la contea Berardenga, parte senza dubbio da quel Castelnuovo, fondato dalla Repubblica di Siena, come punto di sorveglianza del confine verso Firenze e Arezzo, dopo una delibera datata 26 luglio 1366. In quest'epoca la parte superiore del colle venne circondata di mura affidandone la direzione a Mino Dei di Siena ((PHONE NUMBER HIDDEN)). Contemporaneamente alla fondazione fu dato a Castelnuovo uno statuto comunitativo aggregando al suo distretto i comunelli di Guistrigona, Pacina, Sestano, Ripalta, S. Giusto fuori di Castelnuovo, S. Quirico, Curina, Cerro grosso, Arceno, Orgiale, Nebbina, Vacchereccia, e Valcortese. Del castello si conserva oggi una torre e poco più.

L'antica chiesa parrocchiale di San Giusto, situata poco lontano da Castelnuovo è rammentata molto tempo prima che fosse edificato il castello, tra le filiali della vicina antichissima pieve di Pacina, nota per le prime contese fra i senesi e gli aretini sui confini diocesani risalenti al secolo VII.

Poco dopo il completamento delle mura del castello, Giovanni Acuto, alla testa di un esercito fiorentino, sopraggiunse nel 1382 assalendolo senza però successo. Di nuovo nel (PHONE NUMBER HIDDEN) il castello venne assediato dai fio(SENSITIVE CONTENTS HIDDEN) nel tentativo di strapparlo ai senesi. Tali eventi ed altre circostanze obbligarono i governanti della Repubblica di Siena ad aumentare le fortificazioni, che vennero messe in opera sul cadere del XV secolo, con un nuovo giro di mura, corroborate da sette torri, una sola delle quali sussiste tuttora.

Nel 1511 Castelnuovo fu ceduto a Belisario Bulgarini, sotto il titolo di Potestà, al quale subentrò un individuo della famiglia Bellarmati, che tenne il castello fino al 1526, quando tornò sotto il dominio diretto di Siena.

Nel 1554 Castelnuovo Berardenga subì la sorte della madrepatria, incorporata al dominio assoluto del primo Granduca di Toscana.

Il territorio comunale è punteggiato da numerose ville di pregio, costruite da aristocratici della vicina Siena:

Villa di Aiola
Villa Arceno
Villa Avanzati
Villa di Catignano (o Sergardi)
Villa Chigi Lucarini Saracini
Villa di Geggiano (o Bianchi-Bandinelli)
Villa di Monaciano
Villa di Montegiachi
Villa Pagliaia
Villa di Sestano
Villa di Fagnano (o Terrosi-Vagnoli)
Villa di San Giovanni

Architetture militari

Castello di Montalto in Chianti
Castello di Bossi
Castello di Fagnano
Castello di Montalto in Chianti
Castello il Colombaio
Castello di Scopeto
Castello di Selvole


Servicios
Aire acondicionado
Televisión por cable
Lugar de estacionamiento privado

Reglas de la casa
Prohibido fumar
No se admiten fiestas o eventos
La hora de llegada es flexible
Salida antes de las 14:00

Cancelaciones

1 evaluación

Perfil de usuario de JulieJulie es SuperAnfitrión.
Octubre de 2017
We fell in love with this cute flat. Such a convenient location. Great communication. They even reserved at a wonderful restaurant in the square for dinner and it was fabulous and the people knew who we were! We appreciated the little things. Good water pressure in the shower, nice hairdryer, comfortable bed, treats to get us started - pastries were wonderful! Lots of natural light. Oh - and good lighting in the bathroom - can be hard to find this in Europe. You can walk all over in the village. We were there for the marathon weekend and I ran the 21K and they were so accommodating and let us check out late so I could have a shower and rest a bit. I think we might have been their first guests. I would love to come back to this gem. It's a gateway in Chianti! Thank you for the hospitality Riccardo and family!!

Toscana, ItaliaSe registró en Septiembre 2016
Perfil de usuario de Riccardo
Studente-lavoratore.

Acerca del alojamiento

Al alojarte con Airbnb, te quedas en la casa de otra persona.


Este es el alojamiento de Riccardo.
Riccardo
Pierangela ayuda a gestionar este alojamiento.
Pierangela

El barrio

Espacios similares