Ir al contenido
Casa entera

801 - Sunday's Villa in Scopello

Lilian And Gianni Grillo

801 - Sunday's Villa in Scopello

8 huéspedes
4 dormitorios
10 camas
2 baños
8 huéspedes
4 dormitorios
10 camas
2 baños

Affordable Villa on 2 levels with private garden and barbecue

Servicios

Aire acondicionado
Elementos básicos
TV
Lavadora
Wifi
Cocina

Lugares para dormir

Dormitorio 1
1 cama queen size
Dormitorio 2
1 cama queen size
Dormitorio 3
1 cama queen size
Dormitorio 4
1 litera
Zonas comunes
1 sofá cama

Reglas de la casa

vi è una tassa di soggiorno aggiuntiva e pari a €1 per persona e per notte sino ad un massimo di 5 notti

Art. 1
Oggetto del regolamento e istituzione dell'imposta
1. Il presente regolamento è adottato nell'ambito della potestà regolamentare prevista dall'art. 52 del
D.Lgs. 44 del (PHONE NUMBER HIDDEN) e disciplina l'Imposta di Soggiorno;
2. L'Imposta di Soggiorno è istituita in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del D. Lgs. 14 marzo
2011 n. 23
Art. 2
Presupposto, soggetto passivo dell'imposta, esenzioni e riduzioni
1. Presupposto dell'imposta è il pernottamento, nelle strutture ricettive alberghiere, all'aria aperta ed
extralberghiere per tali intendendosi a titolo esemplificativo: quelle previste dalla Legge Regionale 6
aprile 1996, n. 27, art. 3 e s.m.i ( alberghi, motels, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere,
campeggi, villaggi turistici, alloggi agrituristici, esercizi di affittacamere, case e appartamenti per le
vacanze, case per ferie, ostelli per la gioventù, rifugi alpini), nonché, appartamenti ammobiliati per
uso turistico, attività saltuarie di alloggio e prima colazione (bed & breakfast), agriturismi, strutture
di turismo rurale ubicate nel territorio del Comune di Trapani.
2. Soggetto passivo dell'imposta è chi pernotta nelle strutture ricettive di cui all'art. 2, comma 1, e non
risulta iscritto all'anagrafe del Comune di Trapani.
3. Sono esenti da imposta:
a. i minori di anni 10;
b. coloro che pernottano presso gli ostelli della gioventù ed in strutture ricettive di proprietà
dell'Amministrazione comunale di Trapani;
c. coloro che praticano terapie riabilitative presso strutture sanitarie site nel territorio comunale e in
quelli contermini;
d. i disabili ai sensi dell'art. 3 della legge n. 104/92;
e. coloro che assistono degenti ricoverati presso strutture sanitarie site nel territorio comunale e in
quelli contermini in ragione di un accompagnatore per paziente;
f. entrambi i genitori di malati ricoverati presso strutture sanitarie site nel territorio comunale e in
quelli contermini;
g. gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi
organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo di almeno quindici partecipanti. L'esenzione si
applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni quindici partecipanti;
h. i volontari che nel sociale offrono il proprio servizio in città, in occasione di eventi e
manifestazioni organizzate dall'Amministrazione Comunale, Provinciale e Regionale o
emergenze ambientali;
i. gli appartenenti delle forze di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del
fuoco che soggiornano per esigenze di servizio;
l. volontari della protezione civile in servizio in caso di calamità;
m. partecipanti a progetti universitari e scambi culturali universitari e di studio patrocinati
dall'amministrazione Comunale di Trapani;
n. componenti di gruppi sportivi partecipanti ad iniziative e manifestazioni patrocinate
dall'Amministrazione Comunale di Trapani;
o. coloro che soggiornano nei periodi dal 10 gennaio al 20 marzo e dal 1 novembre al 20 dicembre.
L'esenzione di cui ai punti c, e ed f è subordinata alla presentazione al gestore della struttura
ricettiva di idonea certificazione della struttura sanitaria, attestante le generalità del malato o del
degente ed il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero.
L'esenzione di cui al punto d è subordinata alla presentazione della relativa certificazione.
3
Le esenzioni di cui ai punti m ed n è subordinata alla presentazione alla struttura ricettiva di apposita
certificazione rilasciata dal Comune di Trapani attestante le generalità dei partecipanti.
4. L'imposta è ridotta del 30% nei seguenti casi:
Partecipanti a gite scolastiche;
Gruppi organizzati di almeno 40 persone;
Componenti di gruppi sportivi.
Art. 3
Misura dell'imposta
1. L'imposta di soggiorno è applicata – in base all'art. 4, comma 1, del D.Lgs. n. 23/2011- secondo criteri
di gradualità, in proporzione al prezzo, nel limite massimo di 5 pernottamenti consecutivi nella stessa
struttura ricettiva.
2. L'imposta è applicata sulla base delle seguenti 3 fasce di prezzo riferite al costo della camera con
colazione (al netto di IVA e di eventuali servizi aggiuntivi), relativo al singolo pernottamento di 1
persona:
a) fascia da € 1,00 a € 35,00;
b) fascia da € 35,01 a € 70,00;
c) fascia oltre € 70,00
La misura dell'imposta associata alle fasce di prezzo di cui sopra è modificabile con apposito atto della
Giunta comunale, nel rispetto della soglia massima di 5 euro a persona per ogni pernottamento. Si
applica l'art.1, comma 169, della Legge n. 296/06 in tema di deliberazioni di tariffe e aliquote relative a
tributi.
Art. 4
Dichiarazione e versamento dell'imposta, sanzioni e foro competente
1. L'imposta deve essere versata dal soggetto passivo entro il momento della partenza dalla struttura
ricettiva. L'obbligo di presentazione della dichiarazione è assolto con il pagamento del tributo. Il
soggetto passivo è tenuto a conservare per 5 anni la ricevuta o fattura emessa e quietanzata dalla
struttura ricettiva a riprova dell'avvenuto regolare assolvimento dell'imposta, come previsto dall'art. 1,
comma 161, della Legge n. 296/06 che fissa in 5 anni il termine per l'accertamento del mancato
pagamento del tributo.
2. Il soggetto passivo che si rifiuti di versare l'imposta è tenuto a compilare, sottoscrivere e restituire al
gestore della struttura ricettiva l'apposito modulo (modulo A, allegato a questo Regolamento). Il rifiuto
anche della compilazione del suddetto modulo è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 51,65 ad
euro 500,00, prevista per la violazione di norme regolamentari, con l'osservanza delle norme di cui al
capo I, sez.I e II, della legge n. 689/81.
3. L'omesso, parziale o tardivo pagamento dell'imposta da parte del soggetto passivo è accertato con le
modalità di cui all'art. 1, commi 161 e seguenti, della Legge n. 296/06 e sanzionato con irrogazione
della sanzione tributaria pari al 30% dell'imposta non versata (art. 13 del D.Lgs. n. 471/97).
4. In caso di contenzioso è competente la Commissione Tributaria Provinciale di Trapani.
5. Nel caso in cui il soggetto passivo si rifiuti di compilare e sottoscrivere il modulo “Dichiarazione di
omesso versamento dell'imposta di soggiorno" ( Modulo A) il gestore della struttura ricettiva dandone
comunicazione al Comune di Trapani ed è sollevato da qualsiasi responsabilità civile o penale.
4
Art. 5
Obblighi del gestore della struttura ricettiva
1. Il gestore della struttura è tenuto ad agevolare l'assolvimento dell'imposta da parte di colui che
soggiorna presso la propria struttura ricettiva e a rendicontare al Comune il relativo incasso.
2. A tal fine, il gestore è tenuto a:
a) richiedere il pagamento dell'imposta di soggiorno inderogabilmente entro il momento della partenza
del soggiornante ed a rilasciare la relativa quietanza;
b) trasmettere al Comune, su supporto cartaceo, o a mezzo posta elettronica certificata con firma
digitale, sino alla definizione di apposita procedura telematica da parte dell'Amministrazione
comunale, una dichiarazione periodica in cui dovranno essere indicate le informazioni necessarie per
la determinazione dell'imposta da versare e per l'effettuazione dei relativi controlli. La
dichiarazione, ovvero l'alternativa trasmissione di dati non appena definita dall'Amministrazione,
deve essere effettuata entro 15 giorni dalla chiusura del relativo periodo. Il gestore dovrà conservare
la relativa documentazione per 5 anni per poterla esibire a richiesta del Comune in occasione di
eventuali controlli sulla corretta riscossione dell'imposta e sul suo integrale riversamento al Comune.
I periodi oggetto di dichiarazione, fermo restando l'esenzione prevista all'art. 2, comma 3, lettera o,
sono i seguenti:
01 gennaio - 31 maggio;
01 giugno - 31 agosto;
01 settembre - 31 dicembre.
c) riversare al Comune, entro 15 giorni dalla fine del periodo di cui alla precedente lettera b), l'imposta
di soggiorno riscossa nel periodo oggetto di dichiarazione o di flusso, su apposito conto corrente
postale e/o con le altre modalità di versamento attivate dall'Amministrazione Comunale.
d) far compilare all'ospite che si rifiuti di versare l'imposta l'apposito modulo allegato a questo
regolamento e trasmetterlo – entro 3 giorni lavorativi - all'Ufficio Tributi del Comune. A tal fine al
presente regolamento sono allegati i relativi moduli: il modulo A è quello da far compilare all'ospite;
il modulo B dovrà essere usato nel caso in cui l'ospite si rifiuti di compilare il modulo A, perché in
tal caso la segnalazione del rifiuto deve essere effettuata dallo stesso gestore della struttura ricettiva.
3. Il gestore che non ottemperi agli obblighi di cui ai commi precedenti è soggetto alla sanzione
amministrativa da euro 51,65 ad euro 500,00 prevista per la violazione di norme regolamentari, con
l'osservanza delle norme di cui al capo I, sez. I e II, della legge n. 689/81.
Art. 6
Attività di controllo
1. Il Comune vigilerà sull'adempimento dell'imposta, sulla sua riscossione e sul relativo riversamento al
Comune stesso da parte dei gestori delle strutture ricettive.
2. I controlli verranno effettuati sia mediante raffronti con tutti i dati utili a disposizione
dell'Amministrazione Comunale sia accedendo, ove necessario, alla documentazione conservata presso
le singole strutture ricettive e relativa alle dichiarazioni periodiche (e relativi versamenti) effettuate dalla
struttura stessa nei 5 anni precedenti.
3. In caso di irregolarità, oltre alle eventuali conseguenze penali, ai trasgressori verranno contestate le
violazioni e irrogate le relative sanzioni nei modi e nella misura indicata all'articolo 4, comma 2, e
all'articolo 5, comma 3, del presente Regolamento.
5
Art. 7
Gettito dell'imposta
1. Il gettito dell'imposta, conformemente a quanto disposto dall'art. 4, comma 1, del D.Lgs. n. 23/2011, è
destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture
ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali,
nonché dei relativi servizi pubblici locali.
Art. 8
Obbligo di informazione
1. I gestori delle strutture ricettive ubicate nel territorio comunale sono tenuti ad informare i propri ospiti,
mediante affissione di appositi cartelli anche in lingue veicolari (inglese, francese, tedesco, spagnolo),
dell'applicazione, dell'entità, delle esenzioni e delle riduzioni dell'imposta di soggiorno.
L'informazione dovrà essere presente anche nei diversi prodotti promozionali realizzati direttamente dal
gestore, o da altri soggetti dallo stesso incaricati.
Art. 9
Riscossione coattiva
1. Le somme accertate dall'Amministrazione Comunale a titolo di imposta, sanzioni e interessi, se non
versate entro il termine di sessanta giorni dalla notificazione dell'atto, sono riscosse coattivamente con
gli strumenti a disposizione dell'Amministrazione Comunale.
Art. 10
Rimborsi
1. Il rimborso delle somme versate e non dovute deve essere richiesto entro il termine di cinque anni dal
giorno del versamento, ovvero da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla
restituzione.
2. Nei casi di versamento dell'imposta di soggiorno in eccedenza rispetto al dovuto, l'eccedenza può
essere recuperata mediante compensazione con i pagamenti dell'imposta stessa da effettuare alle
prescritte scadenze. La compensazione è effettuata su istanza da presentare almeno 30 giorni prima della
scadenza del termine per il versamento, ed è subordinata alla preventiva autorizzazione da parte del
funzionario comunale responsabile dell'imposta.
Art. 11
Funzionario Responsabile dell'Imposta
1. Il Sindaco provvede, con proprio atto, alla nomina del Funzionario responsabile dell'imposta di
soggiorno.
2. Il funzionario responsabile dell'imposta provvede all'organizzazione delle attività connesse alla
gestione del tributo e predispone e adotta i conseguenti atti.
Art. 12
Entrata in vigore
1. Sono demandati alla Giunta Comunale le modalità e le forme di costituzione di un tavolo tecnico
composto da delegati dell'amministrazione e delle associazioni di categoria maggiormente
rappresentative allo scopo di monitorare l'applicazione della presente disciplina regolamentare nonchè
al fine di individuare ulteriori procedure semplificate di versamento dell' imposta.
6
2. Al regolamento sono allegati i moduli da utilizzare in caso di omesso pagamento dell'imposta da parte
dell'ospite (moduli A e B di cui all'art. 4, comma 2, ed art. 5, comma 2, lett. d).
3. Il presente regolamento entra in vigore il 1° gennaio 2014.

Disponibilidad

1 evaluación

Perfil de usuario de Sandrine
Sandrine
Agosto de 2016
Après une attente d'1h30 par pb de comprehension , nous avons découvert une maison un peu isolée , vue très lointaine sur la mer , mais très bien équipée , propre , cuisine neuve , spacieuse. Très bon emplacement pour visiter la région Sejour agréable
Perfil de usuario de Lilian And Gianni Grillo
Respuesta de Lilian And Gianni Grillo:
this person does not deserve even to receive an answer. this is the classical example of a french family that only speak french and might even pretend that all the people they go to bother around the world had to speak french! they have been waiting one hour and half because of they do not understand english and they even were unable to use gps to well find us. we are not required to give info in french language, if you are french and do not understand english and are unable to read or listen detailed directions in english, then, please go to CORSE for your vacation. Corse people may know how french are and behave better than us: we speak english, italian, polish, lithuanian, hungarian and sicilian: NO FRENCH! merci beaucoup! 'un peu isolèe'? 'lointaine sur la mer'? they were well informed about the position of the house before booking it!! we refrain to add anything extra and prefer to concentrate of guests who show a minimum standard of respect for us!
Agosto de 2016

Este anfitrión tiene 106 evaluaciones por otras propiedades.

Ver otras evaluaciones

Hospedado por Lilian And Gianni Grillo

Trapani, ItaliaSe registró en Noviembre de 2013
Perfil de usuario de Lilian And Gianni Grillo
107 evaluaciones
Verificado
Gianni The founder and the mastermind behind EasyTrapani - a result of his love for the city and the region. Passionate about historical, cultural and enogastronomic tourism. Believes that every vacation and trip should be a unique and personalised experience - fulfilling your…
Idiomas: Deutsch, English, Español, Italiano, Magyar, Polski, Svenska
Índice de respuesta: 47%
Tiempo de respuesta: en unos días o más
Comunícate siempre a través de AirbnbPara que tus pagos estén protegidos, nunca transfieras dinero ni te comuniques desde afuera de la página o la aplicación de Airbnb.

El barrio

Pulsa la tecla de flecha hacia abajo para moverte por el calendario y seleccionar una fecha. Presiona la tecla de interrogación para acceder a los atajos de teclado y modificar las fechas.

Llegada

Pulsa la tecla de flecha hacia abajo para moverte por el calendario y seleccionar una fecha. Presiona la tecla de interrogación para acceder a los atajos de teclado y modificar las fechas.

Salida
No se hará ningún cargo por ahora

Espacios similares